tanac01 tanac02 tanac03

La ridda di Pag, in forma nella quale si presenta oggi, è nata nella seconda metà del 19° secolo. In quel tempo, un gruppo dei fautori del risorgimento nazionale, insieme all' amministrazione della città, hanno rinnovato alcuni elementi della tradizione della città di Pag caduti in oblio. Allora, come oggi, la ridda era accompagnata dalla musica di "mišnjice". Gli etnologi non possiedono i dati da dove proviene il passo e il tatto base della ridda, ma si suppone che sia una mistura di vari stili arrivati a Pag nei secoli 15° e 16°, durante le grandi migrazioni. Allora, per l' avanzata dei Turchi, tantissimi abitanti di Lika, Gorski Kotar e Zara sono immigrati a Pag.

Read more...
Top Panel
Members Login

Lunedì 21 Ago 2017
Deutsch (DE-CH-AT)Croatian(HR)Italian - ItalyEnglish (United Kingdom)
Facebook MySpace Twitter Google Bookmarks RSS Feed 
La isola

CITTÀ VECCHIA

otok05

La città vecchia di Pag si trova un chilometro dal centro della città. Era una città fortificata, grande e ricca, dove si sfruttava il sale. Il porto della città era Košljun, paese nell' occidente dell' isola. C' era un altro porto per le imbarcazioni di media grandezza. Nella città vecchia esistono numerosi residui dei muri delle case, di sentieri e fortificazioni, me i più conservati sono i residui del monastero francescano e della chiesa romanica di S. Maria, che per la prima volta si menziona nel 1192.

 

CASKA

otok06

Caska è il territorio con tante bellissime spiagge, nella parte occidentale del golfo di Pag. Potete ristorarvi a Caska, o nei paesi vicini: Kustići, Zubovići e Metajna. A Caska, che dista calla città di Pag 7 migli, si può arrivare con nave o con macchina.

 

CIMA SVETI JURAJ (S. GIORGIO)

otok07

Cima S. Giorgio si trova nella collina al settentrione della città di Pag. È facilmente riconoscibile anche dalla distanza, per il fabbricato quadrato in cima. Tanti storici sostengono che li si trovava l' abitato dell' uomo neolitico, ma l' esploratore Petar Ferdebar nel suo libro "Hiperija" dice che la cima S. Giorgio era il santuario della dea Atene. Alla cima si può arrivare in piedi. È migliore partire da Bašaca, perché l' ascensione è facile e si arriva presto. La cima è un belvedere, dal quale si vede Velebit, Podvelebitski kanal (il canale ai piè di Velebit), la spiaggia Malin e l' insenatura Slana.

 

VIDIKOVAC – GRADAC

otok08

Nell' uscita occidentale della città di Pag, sulla strada per Novalja, dopo la salita per la serpentina, a sinistra si trova l' altopiano Vidikovac (belvedere). Da Vidikovac si vede l' intera panorama di Pag, spesso fotografata dai turisti. In vicinanza immediata si trova Gradac, l' abitato del uomo neolitico. Da questo posto si poteva osservare l' arrivo dei nemici da qualsiasi direzione, Gradina era una parte di trasversale all' uomo antico che, cacciando selvaggina, si muoveva da retroterra di Zara, attraverso Pag, alla parte nord di Kvarner (Quarnero) e Gorski kotar.
Gradac è interessante anche perché nel 19° secolo li si esaminava la possibilità dello sfruttamento dell' oro. A tal fine si lavavano i sassi, però, per ragioni sconosciute, all' inizio del 20° secolo, le esplorazioni sono cessate, benché l' oro, polverizzato e in granelli, è stato trovato.

 

FORTICA

otok09

Vicino il ponte di Pag (Ljubačka vrata), nella parte meridionale dell' isola, si trovano i residui dell' antica fortezza. Di quel posto si controllava il traffico delle navi. Una legenda racconta che da Fortica i Paghesani hanno visto il re Bela IV nascondersi nel loro territorio fuggendo dai nemici. Fortica è circondata da un paesaggio molto particolare: petraia completamente brulla, priva di qualsiasi vegetazione, che assomiglia il "paesaggio lunare". Fortica offre una bellissima veduta alla Porta di Ljubač e al mare di Vir.

 

IL TRIANGOLO DI PAG

otok10

Il triangolo di Pag è un' impronta particolare nella petraia, scoperta in maggio del 1999 nel monte Tusto čelo, al nord-ovest della città di Pag, vicino al porto di Žigljen. Il triangolo è un fenomeno che attrae l' attenzione dei credenti, di esploratori della storia alternativa e di ufologi. Le esplorazioni geologiche hanno dimostrato che i sassi dentro il triangolo sono di colore più chiaro di quelli fuori del triangolo, e che, quando esposti alla luce ultraviola, irradiano il color rosso. Questo significa che i sassi dentro il triangolo sono stati trattati termicamente. Si suppone che questa impronta megalite sia formata 12000 anni fa. È facile arrivare al triangolo perché vicino il porto di Žigljen e nelle strade dattorno a Novalja vi sono posti indicatori per il monte Tusto čelo. In soli 3 anni dalla sua scoperta, il triangolo di Pag è stato visitato da più di 30000 persone di tutto il mondo.

 

VELO BLATO

otok11

Velo blato, il riservato ornitologico di uccelli trampolieri, è situato 10 km a sud di Pag e vi si può arrivare per strada per Povljana. Questo posto, dove alcune sorti di uccelli palustri scendono a volo nel loro viaggio a sud, è l' unico posto di questo tipo in Europa. Nel lago Velo blato ci sono pesci d' acqua dolce. Uno dei primi luoghi di allevamento del pesce in Europa, è sistemato da famiglia Košćina.

 

MALO BLATO

otok12

Cca 10 km dalla città di Pag si trova il riservato ornitologico Malo blato, lago di acqua dolce.

 

BLATO ROGOZA

otok13

Ancora un riservato degli uccelli trampolieri si trova vicino Kolan, nella parte occidentale della città di Pag.

 

SVETI VID (S. VITO)

otok01

S. Vito è la cima più alta nell' isola di Pag (342 m). Si trova nella parte occidentale della città di Pag e offre una bellissima veduta d' intero golfo di Pag. Alla cima è più facile arrivare partendo da Dubrava, dove c' è l' indicatore della strada per la cima. Si può partire da qualsiasi punto del monte, perché la salita non è faticosa.

 

ŠESTAKOVCI

otok02

Šestakovci sono un gruppo di rocce situate nella parte settentrionale dell' isola. Distano dalla città di Pag cca 6 migli, e vi si può arrivare solo per mare. Vicino Šestakovci si trova una bella spiaggia con frescura gradevole e un porticciolo per imbarcazioni piccole nel caso di tempesta. L' acquatorio di Šestakovci è adatto alla pesca.

 

UVALA SLANA

otok03

L' insenatura si trova nella parte nord-ovest dell' isola, vicino alla Porta di Pag, ciò è nell' entrata al golfo di Pag dalla parte di Velebit, e si può raggiungere con nave o a piedi da Barbati. Slana comprende alcune bellissime lunghe spiagge renose, e le rocce brulle e piane, che sorgono verticali dal mare. L' insenatura Slana è adatta anche alla pesca.

 

SV. DUH (S. SPIRITO)

otok04

Sveti Duh dista dalla città di Pag cca 5,5 migli, oppure 15 km per strada. È il territorio delle praterie larghe e lunghe spiagge di sabbia finissima. Tante di queste spiagge contengono sorgenti dell' acqua potabile.

 

Itinerario

Inserisci i tuoi dati e calcolare come arrivare a Appartamenti “Holiday - Adriatic”


Tassi di cambio

Convertire 

in

  
 28 visitatori online
Tot. visite contenuti : 808862